versione: solo testo
galleria fotografica

SCI NORDICO

SCI DI FONDO, NATURALMENTE

Sci NordicoUn'esperienza davvero unica quella che si sta vivendo nell'ambito dello sci di fondo. Una disciplina che, per i suoi contenuti tecnici e le modalità di svolgimento, si adatta particolarmente ad essere svolta da sciatori non vedenti. La velocità non sostenuta, l'assenza o quasi di pericoli oggettivi, il relativo basso affollamento delle piste, senza trascurare la completezza del gesto atletico, che interessa praticamente tutta la muscolatura e aiuta a migliorare la coordinazione generale, sono i fattori che fanno preferire a molti lo sci di fondo.

IL PERCORSO TECNICO
Lo sci di fondo, ad un primo approccio, può sembrare elementare, ma man mano che si migliora, non sempre tutto fila liscio. Muovere i primi passi è semplice, in quanto la naturalezza della sciata è in tutto e per tutto simile a quella della normale camminata. Quindi, dopo un primo ambientamento con gli attrezzi, si possono già affrontare le piste pianeggianti e con poco dislivello. Man mano che si cresce tecnicamente, si incontrano le prime difficoltà legate all'equilibrio, alla coordinazione tra arti superiori e inferiori, per non, parlare poi dell'esiguità dell'attrezzatura che in discesa fa rimpiangere scarponi alti e rigidi, che sostengono lo sciatore, e sci superstabili con le lamine. Anzi, in alcuni casi il fondo può essere molto più difficoltoso dello sci alpino, soprattutto per la continua variazione di terreno che richiede esercizi tecnici differenti. Nel fondo il tallone si alza e quindi è indispensabile acquisire ottima centralità e perfetto equilibrio. Grande deve essere la sensibilità per affrontare la discesa e la salita, soprattutto per quanto riguarda il passo a spina di pesce (salita) e lo spazzaneve (discesa). Due esercizi fondamentali per potersi muovere agevolmente su ogni pista. Nonostante queste evidenti "difficoltà" la crescita del settore fondo è stata notevole. Merito soprattutto dei ragazzi, entusiasti nell'imparare, e delle guide che sono riusciti a trasmettere i concetti tecnici fondamentali.
Sci Nordico
LA NOSTRA PISTA
Fondamentale poi il nostro "campo base", ovvero la Val Formazza, comoda da raggiungere e, soprattutto, in grado di offrire piste sempre ben battute e alla portata di tutti. La possibilità poi di avere due piste a quote diverse ci consente sempre di trovare le condizioni ideali per le nostre sciate. Come non ricordare poi le sfavillanti serate, i cori e le performances canore.
Sci Nordico
PROGETTI
Un progetto, sicuramente non facile, ma fondamentale per un'ulteriore crescita di tutto il gruppo, è l'elaborazione di una sorta di progressione tecnica che dovrà diventare la base comune per le guide. Un indirizzo, ben preciso ed univoco, su come affrontare i vari terreni e i metodi più pratici per far acquisire i fondamentali, faciliteranno il compito delle guide che potranno così condurre con maggior efficacia e sicurezza su qualsiasi terreno.
Il tutto con la finalità di far divertire, dare sicurezza e un supporto in pista a tutti i nostri amici, indipendentemente dalle loro capacità tecniche e atletiche. Questa "progressione" tecnica dovrà nascere dallo scambio e dal confronto tra le varie esperienze che le guide hanno accumulato in questi anni, con i concetti basilari espressi dalla progressione tecnica dello sci di fondo. Tutto ciò per rendere accessibile a tutti uno sport come quello dello sci di fondo, naturale e, soprattutto, salutare.